Viaggio nelle scale di grandezza dell’Universo

Un atomo è una particella molto piccola. Nella larghezza di un capello umano sono presenti circa 500.000 atomi. Un atomo è formato a sua volta da 3 particelle più piccole : protoni e neutroni, che formano il nucleo, ed elettroni, che orbitano intorno a esso alla velocità di 2.200 km/h. Un atomo è composto dal 99,99 % di spazio vuoto. Gli elettroni, i neutroni e i protoni sono a loro volta composti da particelle ancora più piccole chiamate Quark. Nessuno sa ancora quanto sia grande un Quark. 

Gli atomi formano a loro volta le molecole : una molecola è la più piccola quantità di una sostanza in grado di
conservarne la composizione chimica e quindi di determinarne le proprietà e il
comportamento. Tutta la materia di cui abbiamo conoscenza oggi è formata
da atomi. Ma abbiamo scoperto che la materia che conosciamo forma solo il 5% di
tutto l’Universo.

L’universo, da quello che fin’ora abbiamo potuto osservare,
è organizzato in strutture a vari ordini di grandezza. Abbiamo guardato
all’infinitamente piccolo fino a scoprire i quark, ma anche all’infinitamente
grande, fino a scoprire superammassi di galassie separati da immensi vuoti. La
Terra, è uno degli 8 pianeti del sistema solare, un sistema di oggetti rocciosi
e gassosi che orbitano attorno ad un’enorme palla di gas riscaldata fino a
milioni di gradi, il Sole. Il sistema solare è il nostro quartiere, la culla
del nostro pianeta, ed anche se sembra relativamente vicino a noi, esso si
estende per spazi immensi. La Luna, il nostro vicino più prossimo, si trova a
quasi 400.000 kilometri da noi. Se viaggiassimo alla velocità della luce, circa
1 miliardo di km orari, per arrivare al confine del Sistema Solare impiegheremmo
circa 1 anno.

Il Sole si trova all’interno di una struttura enorme, la via
lattea, una galassia composta da 400 miliardi di stelle introno alle quali
probabilmente orbita almeno un pianeta. Il centro della galassia dista da noi
25.000 anni luce. La via Lattea è una galassia che si estende per 100.000 anni
luce.

Usciti dalla nostra Galassia, la più vicina è quella di
Andromeda. Anche essendo la galassia più prossima, essa si trova a 2 milioni di
anni luce da noi, la vediamo cioè come era 2 milioni di anni fa. La via lattea
ed Andromeda fanno parte di un gruppo di Galassie chiamato Gruppo Locale, che
si estende per oltre 10 milioni di anni luce e comprende circa 70 Galassie.

Al di fuori del gruppo locale troviamo altri 5 gruppi più un
ammasso enorme chiamato Ammasso della Vergine, che tutti insieme formano
un’immensa struttura di ammassi di Galassie, chiamata Superammasso della
Vergine. Il Gruppo locale, di cui fa parte la Via lattea, si trova sul bordo
del superammasso e si muove verso il centro. Il superammasso della vergine si
estende per dimensioni inimmaginabili . Un fotone di luce, che come detto prima
viaggia a 1 miliardo di km orari, per attraversarlo impiega circa 200 milioni
di anni.

Il Superammasso della Vergine forma a sua volta insieme ad
altri superammassi il superammasso Laniakea, che si estende per 500 milioni di
anni luce. Questo fa a sua volta parte di una struttura ancora più grande
chiamata complesso di superammassi dei Pesci-Balena, che è una delle più grandi
strutture che abbiamo osservato nell’universo.

L’universo sembra essere strutturato da filamenti allungati di superammassi, separati da immensi vuoti. Tutto questo è l’universo osservabile, cioè una sfera di spazio con centro chi osserva, che si estende per circa 93 miliardi di anni luce.

L’aumento delle capacità tecnologiche umane non può allargare l’orizzonte dell’universo osservabile. Infatti l’orizzonte è un limite fisico imposto dalla velocità finita della luce o di qualsiasi altra radiazione emessa dagli oggetti celesti per cui questa radiazione impiega un certo tempo per raggiungere l’osservatore.

L’universo probabilmente è molto più grande di così. E probabilmente è diverso da ogni nostra immaginazione. Siamo parti di universo che hanno scoperto tanto sull’universo. Ma c’è ancora un universo da scoprire.                                                                                                                                   

Jacopo Danieli

Jacopo Written by: